COS’E’ IL RILASCIO MIOFASCIALE?

La terapia di Rilascio Miofasciale è una tecnica gentile di “stretching” e massaggio che usa la manipolazione del corpo intero per promuovere la cura e alleviare il dolore. Proprio come il nome suggerisce – “mio” viene dal latino e significa muscolo – l’Osteopata utilizza questa tecnica per diminuire la pressione nella fascia fibrosa del tessuto connettivo che riveste completamente i muscoli di tutto il corpo. Le guaine di questo tessuto connettivo denso ed elastico intessono i vasi, le ossa e anche i nervi, formando un’intricata rete tridimensionale che sostiene gli organi e le articolazioni dalla testa all’alluce e agisce come un assorbente degli shock del corpo.
D’accordo con gli Osteopati che applicano il rilascio miofasciale, la cicatrizzazione o un trauma di questa rete di tessuto connettivo è la principale causa di dolore e di impedimento del movimento. Gli stiramenti leggeri dell’Osteopata hanno per scopo alleviare questi problemi sciogliendo o “rilasciando” le contrazioni e aderenze della fascia.
Si beneficiano da questa tecnica persone con mal di schiena di vecchia data, fibromialgia, mal di testa ricorrente, traumi da sport, cicatrici e aderenze post-traumatiche e chirurgiche e un grande numero di altri disturbi.
La terapia stessa è relativamente nuova. L’Osteopata Dr. Robert Ward, dell’Università dello Stato di Michigan, insegnò il primo corso intitolato “Rilascio miofasciale” in quella scuola negli anni ’70, e le prime referenze cominciarono ad apparire nella letteratura medica negli anni ’80. Comunque, come un trattamento olistico che guarda il corpo come un tutt’uno integrato, le sue radici si trovano molto tempo indietro, nelle manipolazioni e stiramenti del tessuto molle dell’Osteopatia, che sono cominciate nel secolo diciannovesimo.
Infatti, come molte terapie integrative, il rilascio miofasciale fa parte di una filosofia più ampia di guarigione, che enfatizza l’importanza delle interazioni corpo-mente e della cura preventiva. Questo può anche fare parte di un programma di gestione del dolore, che comprende tecniche di salute comportamentale, agopuntura, fitoterapia, consigli nutrizionali e tecniche di rilassamento.
BENEFICI ALLA SALUTE 
La terapia di rilascio miofasciale non è stata studiata estensivamente, ma sta ricevendo crescente attenzione nella comunità scientifica mondiale. Uno studio del Giornale di Medicina di New England, del 1999, per esempio, ha trovato che la manipolazione Osteopatica del rachide, compreso il rilascio miofasciale, è tanto efficace come le terapie standard per la diminuzione del dolore persistente nella schiena inferiore, ma ha presentato un beneficio in più: quelli che hanno ricevuto una terapia manuale hanno avuto molto meno bisogno di spendere per costosi antidolorifici, rilassanti muscolari e droghe antinfiammatorie, che potrebbero avere potenziali effetti collaterali pericolosi alla salute.
In aggiunta al mal di schiena, il rilascio miofasciale è usato per trattare un ampio elenco di sofferenze dolorose che colpiscono i muscoli e i tessuti connettivi, compresa la fibromialgia, l’artrite reumatoide, gli spasmi muscolari e i traumi dovuti ai colpi di frusta e la sindrome del tunnel carpale.
dott. luongo luca
cell. 3394565506

Post navigation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.