Curare il torcicollo con l’Osteopatia

Definizione

Per torcicollo s’intende una serie di condizioni cliniche in cui il collo e la testa ruotano lateralmente in un atteggiamento che può essere transitorio oppure definitivo.
Il collo storto è una condizione molto dolorosa, causata da contrazioni involontarie dei muscoli del collo, risultando nella rotazione e inclinazione laterale del capo.
Tipicamente, la testa si presenta inclinata da un lato e il mento ruotato verso l’altro lato. Spesso, il termine “torcicollo” si riferisce alla modalità più diffusa – il torcicollo spasmodico.
Il torcicollo spasmodico si manifesta con una contrazione acuta e dolorosissima dei muscoli cervicali, dovuta a posizioni scorrette e/o movimenti sbagliati del collo, anche piccoli ma ripetuti nel tempo; tale contrazione può essere scatenata oppure peggiorata da fattori come le correnti d’aria. Da non sottovalutare l’influenza dell’assetto posturale globale, in special modo della prima vertebra cervicale (atlante), in questo tipo di torcicollo.
In linee generali, il torcicollo può essere presente dalla nascita (congenito) o, più comunemente, è acquisito.
Torcicollo Congenito
Il torcicollo congenito può anche svilupparsi nel grembo materno. Ciò può accadere se, ad esempio, la testa del feto è in posizione storta. In genere, il torcicollo congenito può essere dovuto ad una retrazione ipsilaterale del muscolo SCM (sternocleidomastoideo) oppure ad alterazioni delle vertebre del tratto cervicale.
Ad esempio, nella Sindrome di Klippel-Feil le vertebre cervicali si sviluppano in modo non corretto. I bambini nati con questa condizione possono avere difficoltà con l’udito e la visione.
Forme congenite del collo storto possono essere migliorate con stiramenti dei muscoli cervicali. Se effettuata entro pochi mesi dalla nascita, questo tipo di trattamento può essere molto efficace. Se questo o altri trattamenti non funzionano, la chirurgia a volte può risolvere il problema, anche se è indicata nei casi più gravi.

Torcicollo Acquisito
Il torcicollo acquisito può avere cause diverse (post-traumatico, malattie etc.) ed essere relazionato a problemi osteo-articolari (t. acuto) delle vertebre (osteoartrosi, artrite, ernie discali etc.) o al muscolo sternocleidomastoideo (contrazione, infiammazione, cicatrici); oppure può essere sintomatico, legato a problemi neurologici (t. spasmodico o distonia cervicale) o dell’equilibrio etc.

Il torcicollo può anche essere causato da un danno ai muscoli o all’afflusso del sangue nel tratto cervicale (ad e. da un colpo di frusta), dopo un trauma alla testa o al collo, che può coinvolgere anche il sistema nervoso. Inoltre, anche le correnti d’aria, abbinate a movimenti anomali del collo possono provocare una contrazione acuta dei muscoli cervicali.

Valutazione e Trattamento
Durante una valutazione osteopatica, è importante riferire eventuali lesioni pregresse al collo. Alcuni esami possono determinare la causa del collo storto, come l’elettromiografia, che misura l’attività elettrica nei muscoli e indica quali muscoli sono coinvolti. Raggi X e risonanza magnetica possono individuare problemi strutturali che potrebbero causare i sintomi.
Il torcicollo acquisito viene trattato secondo ogni caso. I trattamenti osteopatici possono aiutare a correggere eventuali problemi dell’assetto posturale, oltre ad alleviare il dolore, la rigidità muscolare ed a ridare mobilità articolare. In generale, il trattamento sarà più efficace non appena insorge il problema.

Auto-trattamenti per il torcicollo includono applicazione di calore, massaggi e esercizi di stretching.
A lungo termine, un torcicollo non curato può portare a dolore cronico, complicazioni come sintomi neurologici da compressione dei nervi, difficoltà a svolgere compiti di routine, come guidare etc.
dott. Luongo Luca
Posturologia & Osteopatia
cell 3394565506

Post navigation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.